Al bar Giovanni e Mario sono alle prese…

By | 29 aprile 2013

Al bar Giovanni e Mario sono alle prese con la decima birra. Giovanni: "Sai che ho appena comperato un’auto elettrica?". Mario: "Ah certo, bassi consumi e non inquinano". Giovanni: "No, l’ ho comperata perché è silenziosissima!". Mario: "Ed è importante?". Giovanni: "Importantissimo. Io rientro a casa alle quattro di notte, e l’auto non fa nessun rumore. Apro il portone col telecomando ed è silenziosissimo. Il cane non mi sente perché ho isolato acusticamente la cuccia, inoltre ho sostituito le scale di legno con scalini di pietra, ricoperti da moquette. Infine ho eliminato tutte le porte, e cambiato il materasso con uno assolutamente silenzioso. Ho speso decine di migliaia d’euro per insonorizzare tutta la casa". Mario: "Ma perché?". Giovanni: "Per non farmi sentire da mia moglie, ti assicuro che quando torno a casa sono silenziosissimo, eppure appena mi sdraio al suo fianco lei apre gli occhi e comincia ad insultarmi". Mario: "Buffo, io rientro alla stessa ora. Ho un’auto rumorosa, sbatto con violenza la porta del garage, se il cane abbaia gli mollo due calci, vado in bagno e fischiettando mi faccio una pisciata, salgo in camera sempre fischiettando, e mi levo le scarpe gettandole in un angolo. Poi mi butto sul letto, e muovo anche mia moglie per farmi posto, e ti assicuro che nonostante tutto questo casino lei non si sveglia". Giovanni: "Ma è impossibile! Qual è il tuo segreto?". Mario: "Prima di coricarmi urlo alcune parole a mia moglie". Giovanni: "Cosa le urli?". Mario: "PUTTANA, SVEGLIATI CHE HO VOGLIA DI SCOPARE". Giovanni: "E lei?". Mario: "Ti giuro che non si è mai svegliata".